info@mdconsultingagency.com

Scrivici una mail

+39 02 56568786

Chiama ora!

Vigilanza antitaccheggio nella GDO: in Italia 3,3 miliardi di perdite per furti e danni alla merce

All’interno dei centri commerciali, degli ipermercati e dei supermercati e più in generale nelle attività commerciali, transitano ogni giorno centinaia di persone e il miglior modo per prevenire furti e danneggiamenti a carico della merce esposta è quello di implementare un sistema di vigilanza antitaccheggio.

Secondo il rapporto “Retail Security in Europe. Going beyond Shrinkage”, condotto da Crime&tech, i retailer europei possono contare perdite di circa 49 miliardi di euro all’anno per danni e furti alla merce presente negli store. Un danno che in Italia viene stimato per 3,3 miliardi di euro a cui si sommano gli 1,5 miliardi investiti per adottare misure di sicurezza volte ad arginare il fenomeno. Il settore più colpito dal taccheggio è quello alimentare, che vede al primo posto tra i furti le bevande alcoliche, i formaggi, la carne, i dolci e il pesce in scatola.

Alla luce di questi numeri è evidente che risulta necessario adottare sistemi per tutelare la propria merce, oltre che gli introiti.
Un servizio di vigilanza antitaccheggio, effettuato nel punto vendita da guardie giurate adeguatamente formate e con il supporto di sistemi di video sorveglianza, permette di controllare lo store e la merce, per intervenire in modo tempestivo qualora si verificassero tentativi di furto o azioni di danneggiamento.

Come si struttura il servizio antitaccheggio?

Il servizio antitaccheggio può essere implementato in qualsiasi attività commerciale, per prevenire e disincentivare i furti. Può essere un tipo di servizio continuativo o temporaneo, da effettuarsi in particolari periodi dell’anno in cui è prevista una maggiore affluenza nel punto vendita. Basti pensare al weekend, al periodo dei saldi o quello natalizio in cui negozi e centri commerciali vengono presi d’assalto.
Le guardie giurate, che possono essere a seconda dei casi e delle esigenze in divisa o in borghese, sono in grado di controllare l’intera area sottoposta a sorveglianza, osservando controlli sia mentre le persone sono all’interno del punto vendita sia nel momento in cui superano la barriera della cassa.
Nel caso in cui riscontrassero l’effettivo tentativo di furto o verificassero il danneggiamento della merce a scaffale, potrebbero scegliere di intervenire sul taccheggiatore segnalandolo al responsabile del punto vendita o contattando le forze dell’ordine.